Profughi a Manduria
Oggi giunti altri 827
Trasferite le famiglie
«Fuggiamo dalla povertà»
Video: nuovi arrivi – Foto
 

TARANTO – E' giunto alla tendopoli di Manduria il primo blocco di pullman, in tutto una dozzina, con a bordo gli immigrati trasferiti da Lampedusa a Taranto a bordo della nave 'Catania' della flotta Grimaldi. 

Nel centro di accoglienza si sta provvedendo alla sistemazione degli immigrati, tutti tunisini. La tendopoli resta un cantiere aperto: proseguono infatti sia il montaggio delle tende che le opere di sbancamento e di sistemazione del terreno per evitare che, in caso di pioggia, il campo si allaghi. 

Nella notte non si è vista traccia di ronde improvvisate che erano state annunciate ieri da alcuni cittadini che sostavano nelle vicinanze del campo. Ciò anche perchè è stato rafforzato il dispositivo di sicurezza e di vigilanza anche attorno alla tendopoli da parte delle forze dell’ordine, coadiuvate anche dal Corpo forestale dello stato; pattuglie hanno svolto servizio di controllo anche nella cittadina di Manduria. Secondo voci non confermate, la notte scorsa solo tre immigrati sarebbero riusciti a fuggire dalla tendopoli, approfittando del buio. 

Con l’arrivo degli 827 migranti il numero delle persone ospitate nella tendopoli salirà a poco più di 1.200, tenuto conto che nei giorni scorsi dalla struttura sono fuggiti, secondo un calcolo approssimativo, circa 150 immigrati. Ieri il sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano ha dichiarato che la tendopoli accoglierà al mssimo 1.500 immigrati.altri profughi giunti a taranto

ORE 11:00 – 4 DONNE INCINTE TRA I PROFUGHI
Ci sono anche 16 donne, quattro delle quali in stato di gravidanza, tra gli 827 clandestini tunisini provenienti da Lampedusa e sbarcati questa mattina nella base navale di mar Grande, a Taranto. Quattro immigrati, colti da malore, sono stati soccorsi da personale del 118. I migranti sono giunti a Taranto a bordo della nave mercantile 'Grimaldi Lines' di Palermo. 
Circa 500 immigrati sono già stati trasferiti al Centro di accoglienza allestito nel vecchio aeroporto sulla strada che collega Manduria a Oria, dove domenica scorsa sono arrivati i primi 547 clandestini.

ORE 14:26 – LE DONNE PROTESTANO: VOGLIAMO STARE CON I NOSTRI MARITI
Problemi si stanno verificando alla tendopoli di Manduria in relazione alla presenza di donne che sono in tutto 16, quattro delle quali in stato di gravidanza. Le donne si sono rifiutate di scendere dal pullman chiedendo di rivedere i loro mariti e di poter restare con loro. Ma, a quanto pare, nel campo non sarebbe previsto che donne e uomini stiano in una stessa tenda. Sull'autobus, dopo alcuni minuti di attesa, sono saliti tre immigrati per convincerle a scendere, ma la situazione rimane di stallo. Due immigrati stanno valutando con i responsabili della tendopoli la possibilità di trovare una soluzione. 

ORE 15:53 – PULLMAN CON DONNE LASCIA LA TENDOPOLI
Il pullman con a bordo le donne immigrate giunte a Manduria, alcune delle quali in stato di gravidanza, e i loro mariti, ha lasciato la tendopoli di Manduria dopo un breve incontro tra i responsabili delle forze dell’ordine e il responsabile del campo, Nicola Lonoce. A bordo del pullman, è stato accertato definitivamente, ci sono nove coppie e tre donne single; cinque donne sono in stato di gravidanza, e una di loro è prossima al parto. Per le 21 persone si sta cercando di trovare una soluzione alternativa alla tendopoli, per evitare di separare le coppie. 

ORE 16:49 – ALCUNI TUNISINI IN FUGA IDENTIFICATI A TORINO
L'ufficio immigrazione della Questura di Torino ha bloccato 22 tunisini arrivati stamani alla stazione ferroviaria di Porta Nuova del capoluogo piemontese con un treno proveniente da Lecce. Alcuni di loro – secondo quanto accertato dalla Polizia – sono fuggiti dal Cie di Manduria. Per tutti – si è saputo da fonti della Questura – sono in corso le procedure di identificazione e fotosegnalamento, in attesa di trovare loro una sistemazione in attesa del rimpatrio. La maggior parte dei tunisini ha detto di essere diretta in Francia. 

ORE 17:10 – 80 NELLA TENDOPOLI CHIEDONO «PROTEZIONE»
Sono 80 circa fino ad oggi gli immigrati ospitati nella tendopoli di Manduria che hanno chiesto protezione internazionale sulla base della norma della convenzione di New York relativa alle vittime di persecuzioni. Per loro sarà avviata nei prossimi giorni la procedura per l’eventuale riconoscimento del nuovo status. 

Nella tendopoli di Manduria operano a livello sanitario attualmente due medici e due infermieri che dovranno controllare complessivamente circa 1300 immigrati. Da fonti di polizia si è appreso che nei giorni scorsi tra gli immigrati della tendopoli ne sono stati arrestati tre su provvedimenti della magistratura per reati commessi nel nord Italia durante un precedente soggiorno sul territorio nazionale. 

ORE 19:00 – UNO FUGGE DALL'OSPEDALE
Cinque immigrati trasferiti oggi alla tendopoli allestita a Manduria sono stati successivamente condotti nell’ospedale della cittadina jonica perchè in non buone condizioni fisiche. Tutti sono stati ricoverati ma uno di loro, nel pomeriggio, è riuscito ad allontanarsi dall’ospedale facendo perdere le proprie tracce. Dell’episodio il personale sanitario ha informato la polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.