Lasciateci entrare! Giornalisti espulsi Dai Cie

 
Ormai in Italia e non soltanto Emergenza sbarchi, ma Emergenza also Informazione. Oltre uno espellere i detenuti tunisini nda Centri di identificazione e espulsione di mezza Italia, il Ministro dell'Interno Roberto Maroni ha infatti Deciso di espellere also i Giornalisti. Con circolare ministeriale emanata UNA Il Primo aprile, il Che ha Fatto Poco Rumore Ma che di Fatto Vieta l'Ingresso nda Centri di identificazione e espulsione uno qualsiasi organo di stampa. Un salto indietro di Dieci Anni. Quando nda Centri di espulsione, il Che Allora SI chiamavano cpt, Nessun Giornalista poteva entrare, se non al Seguito di qualche parlamentare Delegazione.

Erano Gli Anni in CUI Fabrizio Gatti, per il Corriere della Sera, SI Finse mendicate Rumeno ONU, NEL 2000, per VEDERE Il Centro espulsioni di Milano. Uno scherzetto Che Gli Costo NEL 2004 UNA condanna in Primo Grado di 20 Giorni con la condizionale, per Falsa Dichiarazione di Identità, e un ' assoluzione in secondo grado. Gli Andò Meglio Cinque Anni DOPO, Quando ripeté lo Stesso stratagemma per AVERE accessori Al Centro Di Prima Accoglienza di Lampedusa, ONU Naufrago fingendosi curdo, NEL luglio del 2005 . Il Tribunale di Agrigento lo  assolse NEL dicembre 2010, con formula Piena e, nel Nome del Diritto di Cronaca.

Ma in fondo i Tempi della censura sembravano ormai definitivamente tramontati. In Trasparenza della Nome, NEL 2006 Il Governo Prodi AVEVA istituito Presso il Ministero dell'Interno UNA LA COMMISSIONE d'Inchiesta Sulle Condizioni dei Centri di espulsione, guidata da Staffan De Mistura, le Conclusioni portarono CUI NEL 2007 Alla Chiusura dei Centri di Ragusa, Brindisi e Crotone. Parallelamente il Viminale apri le porte dei Cie all'ingresso dei Giornalisti, con Circolare Ministeriale UNA.

Grazie e uno circolare Quella Che ho avuto la possibilita di VISITARE TRA il 2008 e il 2011 i Centri di espulsione di Trapani , Caltanissetta , Torino , Modena , Gradisca , Roma e Crotone . Da Quelle visite NE SONO Nati pezzi Finiti primo Sulle Pagine dei Quotidiani e interrogazioni parlamentari. Ricordo SOPRATTUTTO L'Inchiesta sui pestaggi NEL Cie di Gradisca e Torino, il Che mi procurò addirittura UNA Visita di cortesia a causa di Agenti della Digos A Casa, venite ne racconto "Il mare di mezzo".

Quest'anno avevo in Progetto di rifare lo Stesso Giro. Avevo gia visitato il CIE di Modena, da colomba era Uscita La storia di Kabbour , e quello di Torino, colomba avevo incontrato i ragazzi tunisini di Djerba e del Gruppo di Guantanamo Italia su facebook. Ma QUESTAÔ Mattina mi Stato e ripetuto per La Seconda Volta al Telefono Che SARÀ impossibile. Il Capo di Gabinetto della Prefettura di Trapani e Stato categorico. Ordini ministeriali. Le stesse parole di Che AVEVA usato: la Prefettura di Brindisi. La Circolare Ministeriale del Primo Aprile. Vietato l'Ingresso ai Giornalisti ea Tutte le Associazioni umanitarie eccetto Quelle Che Hanno gia Firmato protocolli con le Prefetture e le organizzazioni governative venire Nazioni Unite e OIM.

Per ORA rimangono i telefonini cellulari. SONO L'Unico filo di Collegamento tra co Dentro il e il Fuori. Ma e semper Più difficile. Perchè a Milano, Modena e Gradisca i trattenuti non possono Più Tenere cellulare con il Sé. E la lista dei Centri di Che vietano l'USO del telefonino potrebbe allungarsi. Tanto ormai l'Emergenza sembra giustificare qualsiasi Cosa. Ma ONU Modo per rompere il muro del silenzio SI comunque lo troverà. E qui Rinnovo L'invito ai parenti e Agli Amici dei trattenuti nda Cie. E also ai funzionari di Polizia e Agli Operatori Sociali Che lavorano Dentro i Cie. Chi ha qualcosa da dire, SI Faccia avanti: gabriele_delgrande@yahoo.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.