Cie Palazzo. Pesacane (Prov Pz) alla manifestazione

25/06/2011 15:38

BAS“Oltre che per ribadire la nostra contrarietà e richiedere la chiusura del Cie, dove di fatto avviene una sostanziale detenzione degli immigrati e dunque una sospensione dei diritti garantiti dalla nostra Costituzione, con la partecipazione alla manifestazione odierna vogliamo proporre un’idea alternativa di accoglienza. Un’accoglienza diffusa che non estrometta e metta ai margini della società i migranti”.
Lo ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Potenza Paolo Pesacane che, questa mattina, ha partecipato alla manifestazione organizzata dal mondo associativo lucano, svoltasi davanti al Centro di identificazione ed espulsione di Palazzo San Gervasio.
“La Provincia di Potenza – ha continuato – ha lavorato a quest’idea di accoglienza, sin dall’inizio dell’attuale consiliatura, con una programmazione mirata, che ha cominciato a dare i suoi frutti. Nell’ambito del progetto SPRAR, Sportello per l’accoglienza ai rifugiati, realizzato assieme all'Arci ed ai comuni di Avigliano, Bella e Rionero in Vulture, abbiamo ad esempio dato disponibilità immediata all’accoglienza e all’ orientamento alle attività lavorative dei rifugiati. Abbiamo inoltre costituito una importante rete per la realizzazione di un progetto, riconosciuto proprio in questi giorni dal Ministero tra i primi 10 a livello nazionale e che coinvolge l'Azienda Sanitaria di Potenza, l'azienda Ospedaliera "San Carlo", il Crob-Irccs di Rionero in Vulture, l'Ordine regionale dei Farmacisti, la Fimmg, il Comune di Potenza, i soggetti responsabili delle aree Pois (ambiti socio-territoriali), la Cgil, la cooperativa "Punto e a capo”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.