Parte la Carta Blu UE.

 

Parte la Carta Blu UE.

 

08.08.2012 l’Osservatorio Migranti Basilicata, Gervasio Ungolo

 

    Il Governo Monti continua a legiferare in materia di immigrazione e dopo il “ravvedimento operoso” ossia la possibilità di poter far emergere il migrante irregolare che soggiorna e lavora in Italia, è la volta della creazione di una corsia preferenziale, nelle assunzioni di lavoratori qualificati con la possibilità di accedere alla Carta Blu (D.L. 108 pubblicato sulla GF del 25 Luglio) dando vita così all’attuazione della direttiva 2009/50/CE del 25 maggio 2009, sulle “condizioni di ingresso e soggiorno di cittadini di Paesi terzi che intendano svolgere lavori altamente qualificati” .  Regolamento che va nella direzione europeista in quanto recepisce una direttiva di questa di un anno fa apporta cambiamenti nell’assunzione di lavoratori presi in deroga alle quote assegnate ogni anno dal Decreto Flussi purché il lavoratore sia in possesso di un titolo di studio di scuola superiore almeno triennale e che il datore di lavoro assicuri un reddito di almeno 24 mila euro, le assunzioni possono essere fatte anche per i migranti presenti sul suolo italiano con normale visto anche di studio o turistico. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.