RETE RIRVA: … su conclusion​e emergenza Nord Africa al 31.12.12

Aggiorname​nto su conclusion​e emergenza Nord Africa al 31.12.12

Aderenti Rete RIRVA Ca referenti operativi ed istituzionali

 

Gent.mi

Con la presente vi inviamo aggiornamento in merito alla gestione della conclusione dell’emergenza Nord Africa.

In allegato: (per la visione cliccare sul nome dei file)

–    Profughi del Nord Africa. Il Viminale riapre le porte. Articolo di Repubblica del 5.03.13.pdf Emergenza Nordafrica – Nuova circolare del Ministero dell’Interno. ComunicatoMelting Pot Europa, 4.03.13.pdf–    Fine emergenza Nord Africa, il 28 febbraio chiusi i centri. Il governo ha speso più di un miliardo. Il Sole 24 ore, 3.04.13.pdf –    Circolare del Ministero dell’Interno 1833 dell’1.03.13.pdf

 

………..Il Viminale “riapre” le porte dell’accoglienza. Chi non è andato via dai centri dell’emergenza Nord Africa potrà infatti rimanere per almeno sei mesi. Questo pare il succo di una circolare del ministero dell’Interno, datata 1° marzo. L’accoglienza prosegue per le categorie vulnerabili, i minori, le loro famiglie e i tanti profughi in attesa di veder definito il proprio status………

Soddisfazione e confusione.

il Cir fa di conto: “Mettendo insieme i 7.400 profughi ancora in attesa di essere sentiti dalle commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale, i circa 1.100 profughi appartenenti a gruppi vulnerabili, le famiglie con bambini, un numero stimato di 1.300 persone in attesa di ottenere il permesso di soggiorno per motivi umanitari e infine quelli che – e dovrebbero essere pressoché la totalità – attendono il rilascio del titolo di viaggio, si arriva alla popolazione quasi complessiva dei profughi che risultavano a febbraio ancora in accoglienza. E per queste categorie l’accoglienza viene prolungata dalla circolare. Si deve però togliere a questi il numero di quelli che con la buonuscita di 500 euro a persona, o in attesa di tale pagamento, sono andati via dai centri in questi giorni e che magari adesso si sentono ingannati considerando che quest’ultimo provvedimento del ministero dell’Interno è arrivato solo successivamente alla loro partenza”. …. Articolo di Repubblica del 5.03.13

……… Un’emergenza costata alle casse pubbliche quasi un miliardo di euro (su 1,3 stanziati), con cooperative, ONG e centri diocesani che hanno percepito 45 euro al giorno (più di 1200 euro al mese) per ogni richiedente asilo assegnato alle loro strutture. Al momento della chiusura, il 28 febbraio, soggiornavano ancora nei centri 13mila ospiti che oggi, fatta eccezione per i “soggetti vulnerabili” (malati, donne e minori non accompagnati), sono tutti fuori…Il Sole 24 ore, 3.04.13

 

Per ulteriori informazioni sono a disposizione per approfondimenti con la collega del CIR, l’help desk Ritorno e tutti i colleghi, referenti delle Antenne regionali della Rete RIRVA i cui contatti, ricordo, sono disponibili sul sito di progetto.

Carla Olivieri _______________________________

Contatti Help desk Ritorno, Marianna Pavan: tel. 049.2023830, email info@reterirva.it Resp. progetto, Carla Olivieri: cell. 3355312500, email olivieri@reterirva.it Ref. CIR, Valeria Carlini, tel 06. 06.69299114 email carlini@cir-onlus.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.