Chiudeteli tutti. La lotta contro i CIE infiamma l’Italia

Chiudeteli tutti. La lotta contro i CIE infiamma l’Italia

 

La polizia che spara lacrimogeni all’interno degli stanzoni chiusi dei centri d’identificazione ed espulsione, i migranti detenuti che salgono fin sul tetto per far sentire la loro voce all’esterno, c’è chi, tra questi, cade perdendo la vita.
 È questa la situazione nei CIE italiani al centro di un accesso dibattito tra chi vuole chiuderli definitivamente e chi invece punta ad una loro umanizzazione.

 

 Ascolta Passpartù 29 Hide Player | Download
 
La campagna LasciateCIEntrare, insieme all’associazione friulana Tenda per la pace e i diritti, è una di quelle che lotta da anni per la chiusura di queste strutture, vere e proprie galere etniche o carceri extra ordinem, come le definiscono alcuni giuristi.
 Infatti, in questi centri nei quali si viene privati della propria libertà personale e che pertanto sono paragonabili in toto a degli istituti detentivi, non si entra tra l’altro alla fine di un processo o in seguito ad atti criminali, ma per la sola colpa di non avere documenti e per inappellabile decisione di un giudice di pace lo stesso che, per intenderci, dirime le banali controversie condominiali.
 A pagare le spese di questo assurdo sistema sono perciò proprio i migranti irregolari imprigionati, senza alcuna seria colpa, anche per 18 mesi, un lungo anno e mezzo.

Ospiti della puntata:
Galadriel Revelli, Tenda per la Pace e i Diritti
 Gabriella Guido, LasciateCIEntrare
 Luigi Paccione, Class Action Procedimentale

Passpartù:
Per saperne di più sui temi trattati nella puntata leggi i rapporti ”Invisible Suffering“ e ”Porti Insicuri“
All’interno di Passpartù la rubrica Questo mare è di piombo, parte del progetto Across The Sea
 Passpartù, la radio a porte aperte è un programma a cura di Marco Stefanelli
 Per notizie, suggerimenti e commenti scriveteci a: passpartuitalia@gmail.com

Passpartù è trasmesso da:
-Radio Onde Furlane (Udine e Gorizia, 90.0) domenica 10.00 (in replica lunedì 19.00)
 -Radio Fragola (Trieste 104.5-104.8) domenica 10.40
 -Radio Onda d’urto (Brescia, Cremona, Piacenza, 99.6) sabato 9.30
 -Radio Beckwith (Torino) martedì 14.30 (in replica domenica 9.30)
 -Radio Flash (Torino 97.6) venerdì 15.00 (in replica venerdì 20.00)
 -Radio Città Fujiko (Bologna, 103.1) sabato 7.30
 -Radio Kairos (Bologna, 105.85) sabato 13.30 (in replica martedì 19.00)
 -Radio Città Aperta (Roma, 88.9) sabato 10.50
 -Radio Ciroma (Cosenza 105.7) venerdì 17.00
 -Radio Incontri (Cortona, Arezzo, Montepulciano, 88.4-92.8) mercoledì 7.30
 -Radio Dirittozero (Web) martedì 19.30
 -Radio Sonar (Web)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.