da Basiliata 24: Permessi di soggiorno in cambio di soldi, 5 arresti

Permessi di soggiorno in cambio di soldi, 5 arresti

http://basilicata.basilicata24.it/cronaca/permessi-soggiorno-illegali-5-arresti-14245.php         

Per gli imprenditori che stipulavano il finto contratto un compenso di 5 mila euro. La banda che, dal 2010, avrebbe fatto arrivare in Italia, dal Pakistan, dove si trova un funzionario dell'ambasciata italiana che è indagato, e dall'India, decine di persone con permessi di soggiorno rilasciati grazie a contratti di lavoro fittizi, è stata sgominata dalla Polizia che stamani, all'alba, ha arrestato cinque persone, fra le quali un imprenditore di Pietragalla, in provincia di Potenza.

La base dell'organizzazione, era a Piacenza, ma aveva diramazioni in molte province italiane. In pratica, i datori di lavoro, ricompensati con 5 mila euro a contratto, erano disposti a fare i contratti di lavoro agli immigrati provenienti dal Pakistan e dall'India. L'organizzazione riceveva dal Pakistan e dall'India, via mail o fax, i nominativi delle persone in arrivo. Il permesso di soggiorno, inviato nel Paese asiatico, permetteva all'immigrato di ottenere il visto dall'ambasciata italiana e quindi di partire. Arrivato in Italia l'immigrato, il contratto di lavoro era rescisso e lui era libero di rimanere qui o andare in un altro Paese europeo. L'inchiesta coordinata dal Servizio centrale operativo della Polizia si è allargata anche in provincia di Potenza, dove la squadra mobile e altri reparti della Polizia alle prime luci dell'alba hanno eseguito decine di perquisizioni, hanno avviato alcuni controlli sulle procedure seguite dagli imprenditori. Il loro nervosismo e i loro contatti con i capi dell'organizzazione, a Piacenza, hanno fornito utili elementi di indagine. In Basilicata, la Polizia di Stato, ha eseguito perquisizioni domiciliari e personali nei confronti di 26 soggetti residenti e dimoranti nella provincia di Potenza, in particolare nei comuni di Melfi, Venosa, Atella, Filiano, Palazzo San Gervasio, Maschito, Banzi, Genzano, Pietragalla, Ruoti e Pignola.
Mer, 18/06/2014 – 09:56

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.