Nessuno Spazio alle Politiche per la Casa – Si Spengono Le Luci a Boreano e i Braccianti rimangono senza Casa

A fine mese chiuderanno i centri di Accoglienza di Palazzo San Gervasio e Venosa. Costati seicentomila Euro per ospitare i braccianti hanno terminato la loro funzione ma non hanno risolto i loro problemi. I braccianti dopo essere stati braccati attraverso una persecuzione mediatica da parte del capo della task force regionale, molti gli appelli di sgombero dai casali che danno ricovero ad oltre un migliaio di lavoratori, oggi vengono di nuovo intimati ad andare via. Sono diversi i lavoratori che gli viene negato l’accesso al campo e che si sentono dire ” Tutto Pieno”. Il campo di Palazzo San Gervasio ha raccolto parte dei lavoratori che gravitavano nell’accampamento Mulino-Matinelle, molti dei braccianti erano di quelli non organizzati in cerca di lavoro. Oggi sono presenti una cinquantina di lavoratori in procinto di andare via o speranzosi di poter trovare ancora qualche giornata di lavoro nella raccolta dell’uva o delle olive. Il campo di Venosa invece ne accoglie ancora un centinaio, e altrettanto sono nei casali di Boreano. Qui a Venosa si lavora ancora a pieno ritmo nella raccolta dell’uva ma la tensione è alta per via dell’ennesimo trasloco alla quale sono costretti. A poco sono valsi gli incontri con le autorità locali, promesse non mantenute, ma di questo loro sono abituati… Come pacchi vengono prima accolti e finito di servire vengono di nuovo cacciati. nessun intervento positivo nei loro confronti, nessuna soluzione ai loro problemi. Noi stessi stiamo cercando di poter parlare con il Sindaco di Venosa ma non ci è ancora concesso, nessuna risposta sulle residenze, sulle politiche della casa, sul caporalato e lo sfruttamento lavorativo, sul lavoro nero e il lavoro a cottimo. Si spengono le luci a Boreano e con questo cala di nuovo il buio su un’altra stagione di sfruttamento e razzismo istituzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.