da L’Espresso : Violentate nel silenzio dei campi a Ragusa

Cinquemila donne lavorano nelle serre della provincia siciliana. Vivono segregate in campagna. Spesso con i figli piccoli. Nel totale isolamento subiscono ogni genere di violenza sessuale. Una realtà fatta di aborti, “festini” e ipocrisia. Dove tutti sanno e nessuno parla

di Antonello Mangano

Violentate nel silenzio dei campi a Ragusa 
Il nuovo orrore delle schiave romene

VITTORIA (RG) – «Possono prendere il mio corpo. Possono farmi tutto. Ma l’anima no. Quella non possono toccarmela». Alina mi indica un locale in mezzo alla campagna

Be Sociable, Share!