Un clima di Terrore creato ad arte per nascondere la verità.

Un clima di Terrore creato ad arte per nascondere la verità.

Avv. Arturo Raffaele Covella – 14.11.2016 – Osservatorio Migranti Basilicata

Centro di Accoglienza ex Zuccherificio - Venosa - Foto OMB

Centro di Accoglienza ex Zuccherificio – Venosa – Foto OMB

Da parte di alcuni soggetti che ricoprono ruoli importanti nella gestione dell’accoglienza nella nostra Regione si usano termini e si agitano fantasmi con troppa disinvoltura. Un giorno si e l’altro pure il Presidente della Task Force regionale continua a parlare di caporalato e ad accusare i migranti di essere tutti caporali. Peccato però che nessuna prova è stata mai portata da questo signore a riprova delle sue infamanti accuse e che ad oggi né la Task Force nè la Croce Rossa che gestisce i campi di accoglienza di Venosa e Palazzo San Gervasio abbia mai presentato una sola denuncia contro uno dei presunti caporali.

E’ chiaro allora che si vuole solamente agitare lo spettro del caporalato per demonizzare i migranti che chiedono maggiori diritti e che soprattutto denunciano le mancanze evidenti del sistema di accoglienza organizzato dalla Task Force regionale.

Chi conosce la storia del Vulture sa benissimo che i caporali sono da tutt’altra parte e che proprio in quella direzione il signor Simonetti evita scientemente di andare a guardare e controllare. Ci sono nelle istituzioni messe in piedi per l’accoglienza troppe situazioni poco chiare che meritano di essere chiarite. Ad esempio, quanti migranti privi di permesso di soggiorno sono stati ospitati nei campi di accoglienza di Venosa e Palazzo San Gervasio in questi mesi ??? Come mai solamente oggi la Croce Rossa che gestisce il campo di Venosa si ricorda che tra gli ospiti vi sono soggetti irregolari ??? Cosa pensa di questa situazione la Regione Basilicata ??? … e il Presidente della Task Force ??? E le forze dell’Ordine quali controlli hanno fatto per verificare questa situazione di irregolarità ??? Come mai le richieste di chiarimenti presentate in Regione da

parte del Movimento 5 Stelle sono rimaste prive di risposta ??? Chi ha interesse a coprire tutto alzando un muro di gomma impenetrabile ???? Sono tutte domande che attendono una risposta da tempo. Siamo testimoni di una vero e proprio clima di terrore creato ad arte da chi vuole nascondere la verità ed impedire ai lavoratori stagionali di organizzarsi sindacalmente, di integrarsi nel tessuto sociale cittadino, di partecipare all’associazionismo, di prendere in mano il loro futuro.

A tutto questo possiamo aggiungere quanto accaduto a Potenza nei giorni scorsi, con un noto imprenditore portato ad esempio della buona accoglienza indagato per aver speculato proprio sui migranti con buona pace proprio di chi oggi alza la voce. In questo mondo rovesciato i buoni speculano sulla accoglienza e fanno soldi in maniera irregolare, mentre i cattivi sono coloro che chiedono più diritti e più attenzione. In questo clima è quasi impossibile lavorare per ripristinare legalità e trasparenza, ma le battaglie più difficili sono anche quelle più interessanti.